Fabio's Projects

Fabio

Etnos è una società cooperativa sociale nata nel 2005 per promuovere e realizzare pratiche di economia finalizzate ad uno sviluppo sostenibile, mediante l'applicazione dei principi del commercio equo e solidale e agli esordi ha avviato il primo e oggi importante progetto denominato EQUAMENTE, una Bottega di bomboniere e oggettistica da regalo sorta nel cuore della Sicilia, ma oggi presente su tutto il territorio nazionale grazie all’ormai noto negozio online.

Dal 2009, sostenuti anche dagli introiti della bottega, si è potuta avviare una seconda importante progettualità rivolta a persone con demenze degenerative invalidanti. In pochi anni vengono aperti tre centri diurni nel territorio nisseno per offrire assistenza e sostegno a persone affette dal morbo di Alzheimer e ai loro familiari. La consolidata esperienza nel settore e le professionalità acquisite inducono lo staff a dare un seguito alla propria missione avviando il progetto ELISIR. Intrapreso in collaborazione con l’Istituto Ipsia di Caltanissetta, a indirizzo socio-sanitario, si tratta di un programma di prevenzione, assistenza e supporto che prevede l’integrazione con giovani studenti che hanno intrapreso gli studi in tale ambito.

Per favorire il raggiungimento dei centri diurni da parte dei pazienti, si è pensato ad un servizio di accompagnamento con mezzi omologati. Oggi il servizio è stato esteso a studenti delle scuole superiori con disabilità e ad anziani fragili che necessitino di essere accompagnati dal medico o soltanto nel disbrigo di pratiche personali. Il servizio è attivo su tutto il territorio siciliano e viene adempiuto grazie a tre pulmini da 9 posti cad.

In concomitanza con le altre attività, la cooperativa ha avviato nel 2011 un’altra progettualità rivolta stavolta all’accoglienza per madri in difficoltà e donne vittime di violenza. Attualmente sono due le strutture di accoglienza, una chiamata “Il Chicco di grano”, l’altra ad indirizzo segreto per i casi che richiedono maggiore tutela.

Nell’intento di favorire l’integrazione lavorativa delle donne inserite in percorsi di ricostruzione della propria autonomia, abbiamo ottenuto un finanziamento da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’avvio di un’impresa sociale che potesse garantire delle opportunità lavorative per categorie svantaggiate tra cui donne in difficoltà. L’idea si è concretizzata in un Ristorante – Pizzeria, sala ricevimenti e sala convegni dove attualmente trovano occupazione le donne accolte nelle case accoglienza nonché ragazzi con disabilità psichiche. Tale idea, il cui nome è Ristosolidale “Un Posto Tranquillo”, è un luogo in cui si predilige il sano divertimento, una cucina genuina ma soprattutto l’integrazione sociale.

Tra le ultimissime avventure che hanno visto la cooperativa come protagonista vi è la struttura “Un Mondo a colori” per la primissima accoglienza di minori stranieri non accompagnati. Tale esperienza ha permesso di maturare l’esigenza di dare una continuità a questa forma di intervento educativo provando a garantire anche dopo il primo periodo iniziale di accoglienza anche un successivo periodo che possa conferire una maggiore stabilità ai minori. Si tratta di una struttura in cui i ragazzi troveranno vitto e alloggio e potranno essere inseriti in percorsi didattico-educativi per l’apprendimento della lingua italiana e l’interscambio culturale.

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!