Festival Mix Milano's Projects

Festival Mix Milano

MIX e' registrato all'anagrafe come Festival di Cinema gaylesbico di Milano, nasce in tempi di militanza, pochi soldi, tante idee e voglia di fare. Dal Cinema Eliseo di Via Torino, dove nonostante il caldo infernale, ci siamo ritrovati e abbiamo visto tra i film piu' belli della cinematografia tematica di quegli anni, i 90. Insieme, abbiamo contribuito nel tempo alla circolazione di pellicole di un cinema di qualita', penalizzato in Italia per la sua tematica ghettizzante. Per Mikado abbiamo inventato la collana di dvd Queer facendo uscire in Italia al cinema film come Presque Rien e in dvd titoli come Paragraph 175 e Tarnation, The Cockettes, Head On. Tanti di questi film entrarono nel palinsesto del canale satellitare Gaytv. Nove anni fa siamo arrivati al Piccolo Teatro Strehler. Simbolo di una cultura esploratrice, luogo fisico di una visione utopica (per definizione un non-luogo), il teatro per la gente.

L'anno dopo siamo diventati MIX. Entrando nella famiglia internazionale dei festival MIX. Da New York a San Paolo, da Mexico City a Copenhagen. Intorno alla liturgia collettiva del grande schermo, abbiamo mischiato anche altre discipline della creazione artistica. Dall'elettronica open air, ai libri, alle incursioni performative. Abbiamo giocato con il reginismo pop, incorando queens quelle donne che in tempi lontani, hanno detto e fatto qualcosa di straordinario per noi. Rossy de Palma, Carmen Maura, Angela Finocchiaro, Sandra Milo, Mariangela Melato, Valentina Cortese, Franca Valeri, Cinzia Leone, Ornella Vanoni, Geppi Cucciari, Anna Mazzamauro: incoronate regine con l'amore del pubblico mixiano.

In questi anni ci siamo permessi di sperimentare, di progettare e di produrre un festival che e' stato anche un laboratorio di ricerca, dove programmare il meglio del cinema contemporaneo tematico di qualita'. Offrendo a Milano un'occasione straordinaria per ascoltare e per condividere le nostre storie e le storie dei nostri amori.

Abbiamo portato in Italia Xavier Dolan e tutti i suoi primi film, presentando le anteprime italiane di J'ai tues ma mere, Les amour Immaginaires, Lawrence anyways.

La cultura del rispetto delle differenze si ispira al principio di visibilita' necessaria delle diverse minoranze. Si ispira anche alla cultura dell'inclusione, che per sua definizione e' dialettica. Noi minoranza vi raccontiamo chi siamo, per avervi come alleati nella lotta di conquista di diritti, che sono anche i vostri diritti. Perche' lo stato di salute di una societa' democratica, e' indicato dal livello di tutela delle minoranze che la compongono.

Joined 6 - 16 - 2016

    This is a unique website which will require a more modern browser to work!

    Please upgrade today!